USA, Donald Trump si prepara a legalizzare la discriminazione in nome della libertà religiosa

Il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, come alcune voci di corridoio avevano anticipato con insistenza nei giorni scorsi, sarebbe davvero a un passo dal legalizzare la discriminazione delle persone LGBT e delle donne con un ordine esecutivo che proteggerà la libertà religiosa al di sopra di tutto.

Se fino a ieri si trattava soltanto di indiscrezioni, oggi c’è anche una bozza del documento che Trump potrebbe firmare nelle prossime ore. A diffonderlo ci hanno pensato The Investigative Fund e The Nation, che lo hanno pubblicato per intero, scatenando il panico in vista di ciò che una firma presidenziale potrebbe comportare.

Il documento stabilisce che ogni azienda e organizzazione deve proteggere la libertà religiosa in ogni aspetto della vita. Questo significa che si potrà esercitare il proprio diritto alla libertà di religione quando si forniscono servizi sociali, educazione e servizi sanitari, ma anche quando si cerca un lavoro o quando si assume qualcuno, quando si sottoscrivono contratti col governo o quando si partecipa a ogni aspetto della vita politica.

Le conseguenze di un ordine simile sarebbero devastanti, come la cronaca degli ultimi anni degli Stati Uniti ci ha insegnato: impiegati comunali che possono rifiutarsi di concedere licenze per matrimoni tra persone dello stesso sesso, negozianti che possono rifiutarsi di servire musulmani o omosessuali, medici che si rifiutano di prendere in cura gay e transgender, farmacie che possono non vendere contraccettivi o la pillola del giorno dopo, medici che possono rifiutarsi di praticare l’aborto e così via.

L’ordine stabilisce anche che il Dipartimento del Tesoro non potrà imporre tasse a qualsiasi ente o organizzazione religiosa neanche nel caso in cui questa “creda, parli e agisca in linea con la convinzione che il matrimonio sia o debba essere riconosciuto come l’unione tra un uomo e una donna, le relazioni sessuali siano riservate al matrimonio, uomo e donna siano definiti tali in base al loro sesso biologico così come determinato dall’anatomia, dalla fisiologia, dalla genetica o da prima della nascita, e che la vita umana inizi dal concepimento e debba meritare protezione in tutti gli stadi della vita”.

Nelle quattro pagine di ordine esecutivo, che secondo le indiscrezioni potrebbe essere firmato già nella giornata di oggi, si stabilisce che gli Americani e le organizzazioni religiose "non potranno essere costrette dal Governo Federale a partecipare ad attività che violano la loro coscienza".

La situazione, in definitiva, è davvero drammatica e la speranza è che, come gli esperti hanno già dichiarato, un ordine del genere potrebbe violare in più punti il Primo Emendamento della Costituzione degli Stati Uniti, in quanto per alcuni aspetti andrebbe al di là di quanto già stabilito dalla Corte Suprema, le cui decisioni sono al di sopra di tutto.

VIRGINIA BEACH, VA - SEPTEMBER 06:  Republican presidential nominee Donald Trump pauses during a campaign event September 6, 2016 in Virginia Beach, Virginia. Trump participated in a discussion with retired Army Lieutenant General Michael Flynn.  (Photo by Alex Wong/Getty Images)

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO