Svizzera, gay e bisessuali potranno donare il sangue

donazione-sangue.jpg

La Svizzera si aggiunge al già ricco elenco di Paesi che hanno deciso di rimuovere, in alcuni casi dopo decenni, il divieto per gli uomini omosessuali di donare il sangue. Dopo Francia, Stati Uniti e Irlanda, per citare solo i casi più recenti, in queste ore è arrivato il passo in avanti della Svizzera.

La decisione è stata presa dopo la richiesta formulata nel giugno dello scorso anno dalla Swiss Transfusion SRC, l’istituzione locale che gestisce i servizi di trasfusione del sangue all’interno della Croce Rossa Svizzera, e sarà in vigore a partire dal 1 luglio prossimo. A partire da quella data gli uomini che hanno rapporti sessuali con altri uomini avranno la possibilità di donare il sangue, ma solo a patto che siano rimasti celibi per gli ultimi 12 mesi, proprio come accade in molti altri Paesi.

La stessa Swiss Transfusion SRC, nell’accogliere la mossa, ha sottolineato come sia tutt’altro che perfetta e che, di fatto, escluda dal donare il sangue tutti quegli uomini gay con una vita sessuale attiva. Il passaggio successivo, infatti, sarà quello di affrontare la questione da un’altra angolazione, come confermato dal direttore Rudolf Schwabe, secondo il quale sarà necessario valutare i possibili donatori non in base al proprio orientamento sessuale, ma in base al loro comportamento sessuale.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO