UK, concessa la grazia a 65 mila persone condannate perché gay

A pochi mesi dallo storico annuncio, la Gran Bretagna ha concesso la grazia postuma alle centinaia di persone criminalizzate nel corso degli anni a causa della loro omosessualità o bisessualità.

La cosiddetta Legge Alan Turing, così ribattezzata in memoria del famoso matematico finito in manette nel 1952 perché omosessuale e costretto a sottoporsi alla castrazione chimica pur di non finire in carcere, ha ricevuto il consenso reale ed è entrata in vigore a tutti gli effetti.

La grazia è stata concessa, secondo le ultime stime, a oltre 65 mila uomini condannati secondo la legge ormai abolita, 15 mila dei quali sono ancora in vita. Secondo quanto stabilito dalla legge, tutte le persone ritenute colpevoli di rapporti omosessuali vedranno finalmente il loro nome ripulito, mentre per quelle ancora in vita si procederà a rimuovere quelle condanne dalla fedina penale.

Sam Gyimah, sottosegretario parlamentare del Ministero della Giustizia inglese, ha così commentato l’entrata in vigore della legge:

Questo è un momento davvero importante. Non possiamo annullare il dolore che abbiamo provocato, ma ci siamo scusati e abbiamo intrapreso azioni per correggere quei torti.

alan-turing.jpg

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 13 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO