USA, i Boy Scouts d'America aprono le porte ai giovani transgender

Per la prima volta nella storia dell’organizzazione, fondata nel 1910, i Boy Scouts degli Stati Uniti hanno annunciato l’apertura ai ragazzini transgender, dopo aver consentito l’accesso per anni, tra mille polemiche, soltanto ai bambini di sesso maschile secondo il certificato di nascita.

Ora, dopo il caso eclatante di un bambino transgender di 8 anni mandato via dall’organizzazione in New Jersey lo scorso anno, i Boy Scouts d’America hanno deciso di rivedere le proprie politiche:

Per oltre 100 anni i Boy Scouts d’America, insieme alle scuole e le organizzazioni sportive giovanili, si sono basate unicamente sul certificato di nascita di un individuo per l’ammissione al programma. Questo approccio non è più sufficiente.

L’organizzazione, da oggi, accetterà anche tutti i bambini transgender che si identificano col genere maschile, a prescindere da ciò che è scritto sul loro certificato di nascita, proprio come accade già da tempo in Inghilterra.

Via | BSA

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 31 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO