Ciad, l’omosessualità diventa illegale

La Repubblica del Ciad, nell’Africa centrale, ha appena approvato un nuovo codice penale che, tra le altre cose, rende illegale l’omosessualità, maschile e femminile, e punisce chi pratica rapporti omosessuali una multa.

Il nuovo codice penale, lo scrive AfricaNews, è stato approvato dal parlamento con 111 voti a favore, 1 contrario e 4 astenuti. Sul fronte dell’omosessualità, il Paese è convinto di aver raggiunto un compromesso rispetto alla proposta di legge avanzata nel 2014, secondo la quale l’omosessualità sarebbe dovuta diventare un reato punibile con pene comprese tra i 15 e i 20 anni di carcere.

Il “compromesso” è stato quello di classificare i rapporti sessuali tra persone delle stesso sesso come reati minori e quindi punibili con una multa. É stato l’ex primo ministro Kassiré Coumakoye, in carica dal 1993 al 1995 e poi di nuovo dal 2007 al 2008, a parlare proprio di compromesso e spiegare:

L’omosessualità è condannata da tutte le religioni. Non possiamo perdonare qualcosa che lo stesso Dio rifiuta, solo perché gli Occidentali dicono di farlo.

Con il Ciad salgono a 77 i Paesi del Mondo in cui l’omosessualità viene criminalizzata.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 231 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO