HIV in Europa, l’OMS lancia l’allarme: “Una persona su 7 non sa di essere infetta”

Domani, 1° dicembre 2016, ricorrerà la Giornata mondiale contro l'AIDS e l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha fornito i dati relativi alla diffusione delle infezioni da HIV in Italia e nel resto dell’Europa, sottolineando come ancora oggi una persona con HIV su 7 non sa di essere stata infettata, ed è quindi potenzialmente pericolosa.

Il 2015, secondo l’OMS, è stato purtroppo un anno da record per la diffusione del virus in Europa, con ben 153.407 casi di nuove infezioni rispetto ai 142.000 dell'anno precedente. Di questi circa l’80% si troverebbe nei Paesi dell’Est Europa, il 18% in quelli dell’Ovest e solo il 3% nell’Europa centrale.

In Italia, invece, solo nel 2015 le nuove infezioni sono state più di 3.444, in calo rispetto al 2014 (3.850) e al 2013 (3.845).

I dati pubblicati dall’OMS ci confermano anche come dal 2006 al 2015 siano sensibilmente calati i casi di trasmissione del virus per via ematica (-38%) e durante la gravidanza (-18%), mentre è aumentata di molto quella tramite rapporti omosessuali (+25%) e rapporti eterosessuali (+19%).

Potete consultare il rapporto integrale del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie a questo indirizzo.

hiv-dati-oms-2016-00.jpg

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 52 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO