India, Pride a New Delhi per chiedere l’abrogazione delle leggi contro le persone LGBT

Centinaia di attivisti LGBT sono scesi in strada ieri, domenica 27 novembre 2016, per il Pride di New Delhi, capitale dell’India, per far sentire la propria voce e chiedere al governo indiano di abolire le legge che criminalizza il sesso gay e di mettere fine una volta per tutte alla discriminazione delle persone LGBT in tutto il Paese.

Il divieto dei rapporti sessuali tra persone dello stesso sesso era stato rimosso nel 2009 dall’Alta Corte di New Delhi, per poi venir ripristinato nel 2013 dalla Corte Suprema, secondo la quale soltanto il Parlamento avrebbe il potere di cambiare la legge.

Dallo stesso governo non arriva alcun segnale positivo. Il primo ministro Narendra Modi, in carica dal maggio 2014, non ha mai manifestato l’intenzione di fare dei passi avanti sul fronte dei diritti LGBT. E se è vero che la società è cambiata in questi ultimi anni, è altrettanto vero che la discriminazione delle persone LGBT è ancora molto forte e l’assenza di leggi specifiche non fa che rallentare il progresso.

An Indian member of the lesbian, gay, bisexual, transgender (LGBT) community takes part in a pride parade in New Delhi on November 27, 2016 Hundreds of members of the LGBT community marched through the Indian capital for the ninth annual Delhi Queer Pride Parade. / AFP / CHANDAN KHANNA        (Photo credit should read CHANDAN KHANNA/AFP/Getty Images)

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO