Monica Cirinnà celebra l’unione civile di Giorgio Zinno, il primo sindaco gay dichiarato d’Italia

Sarà la senatrice Monica Cirinnà a celebrare oggi pomeriggio l’unione civile tra Giorgio Zinno, il primo sindaco gay dichiarato d’Italia, e il suo compagno Michele Ferrante, in una cerimonia annunciata nel luglio scorso, pochi giorno dopo l’introduzione delle unioni civili in Italia.

Il primo cittadino di San Giorgio a Cremano e il suo compagno di vita celebreranno ufficialmente la loro unione nell'arena del suggestivo parco settecentesco di Villa Vannucchi alle 16.15 e subito dopo il rito civile i due sposi e i 415 invitati si sposteranno nel museo ferroviario di Pietrarsa per il grande ricevimento a partire dalle 18.30.

É la prima volta, lo spiega lo stesso sindaco a La Repubblica di Napoli, che Villa Vannucchi farà da sfondo a un matrimonio:

Villa Vannucchi è un gioiello del '700, una scenografia mozzafiato e visto che del mio matrimonio ne parleranno giornali e tv ben venga se ne approfitto per fare uno spot per San Giorgio a Cremano. In ogni caso abbiamo fatto una delibera ad hoc per permettere a tutti di organizzare il proprio matrimonio nella villa.

Alla cerimonia, che si preannuncia molto mediatica, prenderanno parte anche 70 giornalisti accreditati. Tra gli ospiti ci saranno anche il Console Generale di Francia Jean-Paul Seitre, il Console generale di Spagna Jose Luis Solano, l’Europarlamentare Nicola Caputo, il senatore Vincenzo Cuomo e i sindaci dei Paesi limitrofi.

monica-cirinna.jpg

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO