Grindr, ecco i Paesi in cui l’applicazione è stata bloccata

grindr-app.jpg

Grindr è una delle applicazioni più utilizzate dalla comunità LGBT per incontrare e conoscere nuove persone - qualunque sia lo scopo di quell’incontro - ma la popolare app, pur essendo disponibile in tutto il Mondo senza limiti geografici, è stata bloccata da alcuni governi e risulta inaccessibile, a meno che non si usino strumenti per aggirare il blocco, da tutti gli utenti che si trovano in quel determinato Paese.

É lo stesso servizio di assistenza di Grindr a confermare che l’app è stata censurata in:


  • Cina

  • Turchia

  • Arabia Saudita

  • Emirati Arabi Uniti

Se avete in programma un viaggio in uno di questi Paesi e volete comunque provare a utilizzare Grindr - ve lo sconsigliamo, in Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti l’omosessualità è ancora criminalizzata - non vi resta che dotarvi di una buona VPN in grado di camuffare la vostra posizione, anche se questo renderebbe vano l’utilizzo di Grindr, che si basa appunto sulla geolocalizzazione.

Via | Grindr

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO