Aruba, il Parlamento approva le unioni civili per le coppie omosessuali

parlamento-di-aruba.jpg

Il Parlamento di Aruba, la piccola isola nel Mare Caraibico a nord del Venezuela, ha votato a favore dell’apertura delle unioni civili alle coppie composte da persone dello stesso sesso, che potranno così ricevere gli stessi diritti e benefici delle coppie sposate.

Il voto si è tenuto giovedì scorso. Con 11 voti a favore, cinque contrari e 4 astensioni, il Parlamento ha deciso di modificare il codice civile che regolamenta il matrimonio per poter includere anche le unioni tra persone dello stesso sesso, garantendo loro il diritto di poter ricevere la pensione in caso di decesso del coniuge o di prendere decisione in caso di emergenze mediche.

Fino ad oggi lo Stato di Aruba, essendo una nazione costitutiva del Regno dei Paesi Bassi, permetteva soltanto il riconoscimento delle unioni omosessuali celebrate in Olanda, valide di fatto in tutto il Regno - che include anche le isole di Curaçao e di Sint Maarten.

Non si è riusciti ad introdurre il matrimonio egualitario, ma in questo modo i cittadini residenti ad Aruba non sono più costretti a volare in Olanda e sposarsi per poi vedersi riconosciuta l’unione anche in patria. Lo stesso non si può dire per Curaçao e Sint Maarten, dove né il matrimonio tra persone dello stesso sesso né le unioni civili sono ancora permesse.

Foto | WikiMedia

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 32 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO