EuroPride 2016, la modella trans si veste con le bandiere dei Paesi in cui l’omosessualità è illegale

valentijn-de-hingh.jpg

Sabato la città di Amsterdam ha ospitato la sfilata dell’Euro Pride 2016 e tra le ambasciatrici e gli ambasciatori dell’evento c’era anche la modella transessuale Valentijn de Hingh, storica protagonista di un documentario trasmesso dalla tv olandese che ha seguito il suo percorso di transizione da quando aveva 8 anni fino al compimento dei 17 anni.

Proprio in occasione di EuroPride, nei giorni precedenti alla parata, Valentijn de Hingh è stata anche la protagonista di un servizio fotografico che l’ha vista indossare un lungo ed elegante abito realizzato con le bandiere di 72 Paesi del Mondo in cui l’omosessualità è ancora considerata illegale.

Lo scatto, pubblicato su Instagram dalla stessa modella, è stato realizzato dal fotografo Pieter Henke all’interno del Rijksmuseum di Amsterdam. L’abito, invece, è stato realizzato dal designer olandese Mattijs van Bergen.

Una foto pubblicata da Pieter Henket (@pieterhenket) in data:

Una foto pubblicata da Pieter Henket (@pieterhenket) in data:

Una foto pubblicata da Valentijn De Hingh (@valentijndehingh) in data:

Il risultato è un’immagine molto potente - quella che vedete in apertura - che vuol ricordarci quanto ancora ci sia da fare, da una parte all’altra del Mondo, per i diritti LGBTQ. La modella ha spiegato che ogni volta che uno di questi 72 Paesi modificherà la propria legislazione in favore dei cittadini LGBTQ la sua bandiera sarà sostituita con quella arcobaleno:

Speriamo che questo vestito rappresenti presto un patchwork di arcobaleno.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 370 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO