Papa Francesco complottista: “Ai bambini si dice che il sesso si può scegliere”

Papa Francesco fa un passo avanti e dieci indietro. Se poche settimane fa il Santo Padre si era lanciato in un appello contro la discriminazione degli omosessuali, pochi giorni fa si è avventurato in un discorso senza senso finalizzato ad attaccare il cosiddetto “gender” come un complottista qualsiasi.

É accaduto durante l’incontro con i Vescovi della Polonia che si è tenuto lo scorso 27 luglio, nel primo giorno del viaggio di Papa Francesco in occasione della XXXI Giornata Mondiale della Gioventù. Solo poche ore fa il Vaticano ha pubblicato la trascrizione completa di quello scambio di opinioni, confermando per l’ennesima volta che il Papa e tutti i rappresentati della Chiesa che lo circondano hanno un’idea assolutamente distorta della comunità LGBT e delle persone transgender.

Rispondendo a una domanda di monsignor Krzysztof Zadarko, Vescovo Ausiliare di Koszalin-Kołobrzeg, a proposito della questione dei rifugiati in Europa, Papa Francesco cambia radicalmente discorso e si lancia in un attacco al “gender”, riferendosi alla cosiddetta “teoria del gender” tanto sbandierata dai cattolici - un’idea folle secondo la quale esisterebbe un progetto finalizzato alla distruzione della famiglia:

E qui vorrei concludere con questo aspetto, perché dietro a questo ci sono le ideologie. In Europa, in America, in America Latina, in Africa, in alcuni Paesi dell’Asia, ci sono vere colonizzazioni ideologiche. E una di queste - lo dico chiaramente con “nome e cognome” - è il gender! Oggi ai bambini – ai bambini! – a scuola si insegna questo: che il sesso ognuno lo può scegliere. E perché insegnano questo? Perché i libri sono quelli delle persone e delle istituzioni che ti danno i soldi. Sono le colonizzazioni ideologiche, sostenute anche da Paesi molto influenti. E questo è terribile. Parlando con Papa Benedetto, che sta bene e ha un pensiero chiaro, mi diceva: “Santità, questa è l’epoca del peccato contro Dio Creatore!”. E’ intelligente! Dio ha creato l’uomo e la donna; Dio ha creato il mondo così, così, così…, e noi stiamo facendo il contrario. Dio ci ha dato uno stato “incolto”, perché noi lo facessimo diventare cultura; e poi, con questa cultura, facciamo cose che ci riportano allo stato “incolto”! Quello che ha detto Papa Benedetto dobbiamo pensarlo: “E’ l’epoca del peccato contro Dio Creatore!”. E questo ci aiuterà.

Così, in modo assolutamente non richiesto e totalmente fuori da ogni logica, Papa Francesco si è lanciato in un attacco senza alcun fondamento. Ai bambini non viene insegnato che ognuno può scegliere il proprio sesso, ma più semplicemente che esistono persone che nascono in un corpo che non coincide con la propria identità di genere.

Tutto qui, non c’è nessun complotto dietro, nessuno misterioso progetto di distruggere qualcosa, ma solo l’urgenza e l’esigenza di mettere fine a ogni tipo di discriminazione legata a ciò che si è.

Poco importa, evidentemente, che ordini professionali e associazioni accademiche si siano espresse, nel corso degli anni, per smentire l’esistenza di una cosiddetta “ideologia del gender”. Ricordiamo, a questo proposito, le parole del Consiglio nazionale dell'Ordine nazionale degli psicologi, che nel settembre dello scorso anno aveva dichiarato:

Favorire l'educazione sessuale nelle scuole e inserire nei progetti didattico‐formativi contenuti riguardanti il genere e l'orientamento sessuale non significa promuovere un'inesistente "ideologia del gender", ma fare chiarezza sulle dimensioni costitutive della sessualità e dell'affettività, favorendo una cultura delle differenze e del rispetto della persona umana in tutte le sue dimensioni e mettendo in atto strategie preventive adeguate ed efficaci capaci di contrastare fenomeni come il bullismo omofobico, la discriminazione di genere, il cyberbullismo.

Al di là delle proprie credenze religiose, è un concetto così difficile da comprendere?

Via | Vaticano

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO