Unioni civili, Matteo Renzi firma il decreto transitorio

matteo-renzi-decreto-attuativo-unioni-civili.jpg

Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha firmato il decreto attuativo sulle unioni civili, segnando un altro passi avanti verso la celebrazioni in Italia delle unioni tra persone dello stesso sesso.

Ora la parola passa alla Corte Dei Conti, che dovrà valutare le eventuali spese, e subito dopo arriverà la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, che stabilirà la data effettiva dell’applicazione dei decreti.

A voler essere positivi, tutto questo potrebbe avvenire già entro il 15 agosto prossimo. Se la Corte dei Conti darà parere parere positivo nei prossimi giorni e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale sarà effettuata entro il 31 luglio, a Ferragosto potranno essere celebrate le prime unioni civili su territorio italiano.

Dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale all’entrata in vigore, infatti, dovranno passare i soliti 15 giorni. Visto come sono andate le cose in queste ultime settimane, la stima del 15 agosto non è affatto irrealistica. Possiamo dire, finalmente, che ce l’abbiamo quasi fatta.

La senatrice PD Monica Cirinnà ha così commentato la firma di Renzi:

La firma del governo sul decreto attuativo sulle unioni civili segna in modo definitivo e storico il corso dei diritti civili del nostro Paese. La legge diventa così pienamente operativa e tutti i Comuni sono ora in grado, nel giro di pochi giorni, di celebrare le prime unioni. É il punto di arrivo di una riforma epocale, attesa da troppo tempo, che consentirà finalmente piena cittadinanza a tante coppie. Da oggi la stagione dei diritti, voluta con tenacia dal governo Renzi, è una realtà insindacabile e, con una certa emozione, auguro tanta felicità a tutti quegli uomini e quelle donne che vorranno e, finalmente, potranno vedere riconosciuto il loro amore.

Foto | Instagram

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO