Canada, il premier Justin Trudeau pensa alle carte d’identità con genere neutro

Il primo ministro del Canada Justin Trudeau, fresco della partecipazione al Pride 2016 di Toronto, ha anticipato alla stampa locale che il suo governo sta esplorando la possibilità di introdurre opzioni per il genere neutro nelle carte d’identità.

Trudeau non è entrato nei dettagli, ma si è limitato a precisare che sono al vaglio diverse possibilità e che al momento si sta cercando di capire quale sia la migliore. Le dichiarazioni del premier seguono di qualche giorno l’annuncio della provincia di Ontario, che ha comunicato di aver deciso di permettere l’utilizzo di un terzo indicatore per il genere nelle patenti di guida, aggiungendo una "X" da affiancare a uomo e donna.

Il premier ha colto l’occasione anche per commentare la decisione del Canadian Blood Services di permettere di donare il sangue agli omosessuali che hanno praticato almeno 12 mesi di astinenza. Prima di questa novità, la donazione del sangue per i cittadini gay era permessa solo dopo 5 anni di astinenza e solo di recente si è deciso di abbassare quel limite a 12 mesi, come accade altrove.

Trudeau ha spiegato che l’abbassamento del limite “non è abbastanza” e che il suo governo sta cercando di rendere il tutto ancora più semplice.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO