Unioni civili, Bagnasco torna all’attacco: “Il colpo finale sarà l’utero in affitto”

La Conferenza Episcopale Italiana continua senza sosta a intromettersi nelle questioni che non la riguardano e la legge sulle unioni civili approvata l’11 maggio scorso è qualcosa che proprio non riesce a digerire, anche se dovrà farsene una santa ragione. Dopo gli sproloqui di Nunzio Galantino, stavolta è il presidente della CEI a tornare alla carica, quel cardinale Angelo Bagnasco che in più occasioni aveva criticato le unioni civili.

E così, in occasione dell’assemblea generale dei vescovi, Bagnasco non si è regolato, spiegando che secondo la propria opinione le legge sulle unioni civili “sancisce di fatto una equiparazione al matrimonio e alla famiglia" e che "le differenze sono solo dei piccoli espedienti nominalisti, o degli artifici giuridici facilmente aggirabili, in attesa del colpo finale, così già si dice pubblicamente, compresa anche la pratica dell'utero in affitto, che sfrutta il corpo femminile profittando di condizioni di povertà”.

La conferma che spesso si parla senza avere alcuna cognizione di causa è arrivata anche stavolta, ma è sempre più piacevole constatare come parole bigotte come queste hanno sempre meno effetto sulla politica italiana, in questo caso riuscita ad andare avanti ignorando letteralmente i vari inviti della Chiesa cattolica a salvaguardare una famiglia tradizionale che non esiste ormai da decine di anni.

Dopo le parole di Bagnasco, il presidente del PD Matteo Orfini, è intervenuto per difendere l’operatore del Governo e mettere qualche puntino sulle i, evitando accuratamente e giustamente la polemica:

Non penso che dovere della politica sia polemizzare con Bagnasco. Quello che pensiamo sull'argomento lo abbiamo dimostrato votando la legge. La legge sulle unioni civili non è contro la famiglia, ma distribuisce diritti senza toglierli a nessuno. Abbiamo fatto una scelta coraggiosa che viene dopo un dibattito estenuante. Non credo che questo sia in contraddizione con l'esigenza di fare politiche per le famiglie.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO