Barack Obama ringrazia le figlie per averlo aiutato a capire i matrimoni omosessuali

Il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama non è sempre stato a favore del matrimonio egualitario, ma ha sempre sostenuto le unioni civili, convinto che non fosse necessario equiparare le due tipologie di unioni dal momento che le persone LGBT, anche con le unioni civili, potevano ottenere gli stessi diritti di una coppia eterosessuale.

É stato lo stesso Obama ha raccontarlo durante la sua visita a Londra, spiegando che a cambiare la sua visione ci hanno pensato, oltre agli attivisti LGBT con cui si è messo in contatto con corso degli anni, le due figlie Malia e Sasha, di 17 e 14 anni, che lo hanno aiutato a capire perchè il matrimonio egualitario fosse così importante.

Devo confessare che le mie figlie hanno avuto un’influenza molto positiva su di me.

E, ancora:

Le persone che amo che sono in una relazione monogama con una persona dello stesso sesso mi hanno spiegato quello che avrei dovuto capire prima, cioè che non si tratta soltanto di diritti legali, ma riguarda un senso di stigma. Se chiami qualcosa con un nome diverso significa che in qualche modo è diverso agli occhi della società.

E proprio le due giovani figlie hanno avuto un ruolo importante in questa apertura mentale che, come ben sappiamo, ha portato alla storica sentenza della Corte Suprema degli Stati Uniti, che ha di fatto introdotto il matrimonio egualitario in tutto il Paese.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 32 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO