La Giocanda sarebbe il ritratto di Salai, l'amante gay di Leonardo

Nuove supposizioni per la Gioconda di Leonardo.

la-gioconda-1.jpg

Non vi è pace per la Gioconda di Leonardo. Nel corso degli anni molte sono state le illazioni, i tentativi più o meno disperati di svelare l’enigma della tanto celebre e celebrata Monna Lisa. In questi giorni è stato diffuso il risultato di un nuovo studio da parte di Silvano Vinceti, presidente della National Committee for Cultural Heritage. L’uomo afferma che dietro il ritratto più famoso del mondo si cela nientemeno che l’identità dell’amante di Leondardo ovvero quel Gian Giacomo Caprotti, detto Salai, che fu allievo prediletto del Maestro.

In verità si tratterebbe di un mix, il grande artista avrebbe fuso nella Gioconda, sempre secondo le teorie di Vinceti, sia i tratti di Lisa Gherardini che quelli dell’amato Salai. Una teoria che naturalmente sta causando una nuova bufera tra i vari esperti delle opere del grande Leonardo.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 34 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO