Bryan Adams cancella il concerto in Mississippi a causa della legge antigay

Seguendo l’ottimo esempio di Bruce Springsteen, che ha annullato il concerto di ieri sera in North Carolina, oggi è Bryan Adams a prendere una posizione forte contro le leggi antigay recentemente approvate negli Stati Uniti. Stavolta è quella in Mississippi, la legge 1523 che permette a commercianti ed enti pubblici di rifiutarsi di concedere le licenze per i matrimoni omosessuali o di fornire i propri servizi per l’organizzazione degli stessi sulla base delle proprie credenze religiose.

Il cantautore canadese ha annunciato poco fa che il concerto previsto il 14 aprile al Mississippi Coast Coliseum di Biloxi non si farà:

Trovo incomprensibile che i cittadini LGBT vengano discriminati nello stato del Mississippi. Non posso, in tutta coscienza, esibirmi in uno stato in cui a certe persone vengano negati diritti civili a causa del loro orientamento sessuale. […] Usando la mia voce vogliono solidarizzare con tutti i miei amici LGBT che si stanno impegnando per l’abrogazione di questa legge.

Mississippi has passed anti-LGBT ‘Religious Liberty’ bill 1523. I find it incomprehensible that LGBT citizens are being...

Posted by Bryan Adams on Sunday, April 10, 2016

A questo punto aspettiamoci che molti altri artisti, dopo quei due esempi illustri, si uniscano al caro e spingano questi due Stati a fare un passo indietro.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 190 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO