Adozioni gay negli Stati Uniti: anche in Mississippi diventano legali

love-is-love-lgbt.jpg

In tutti gli Stati Uniti, da qualche ora, le coppie omosessuali negli Stati Uniti possono finalmente adottare al pari delle coppie eterosessuali. In teoria questo era già possibile dopo la storica sentenza della Corte Suprema, ma lo stato del Mississippi aveva continuato ad mantenere in vigore il divieto introdotto nel 2000, sostenendo che dovesse prevalere sulla decisione della Corte Suprema.

Ieri, però, il giudice federale Daniel Jordan ha stabilito che quel divieto è di fatto incostituzionale e ha ordinato al Dipartimento dei Servizi Umani del Mississippi smettere di applicarlo fin da subito.

La decisione è arrivata dopo la causa intentata da quattro coppie omosessuali che si vedevano negati in Mississippi i diritti che altrove erano riconosciuti. E che ora potranno adottare pur rimanendo residenti nello Stato. Il giudice, nell’illustrare la propria decisione, ha spiegato:

La Corte Suprema degli Stati Uniti detta la legge del Paese e le Corti inferiori sono obbligati a seguirla. In questo caso la legge del Mississippi viola la Equal Protection Clause della Costituzione degli Stati Uniti.

E se da un lato la comunità LGBT del Mississippi può celebrare, dall’altro c’è un’altra battaglia da combattere: nello Stato è stata appena approvata una proposta di legge che permette ad aziende e dipendenti pubblici di negare i servizi matrimoniali alle coppie omosessuali sulla base della propria fede religiosa, esattamente come già accaduto in altri Stati.

La nuova misura, non ancora definitiva, è ancora oggetto di discussione e non è escluso che venga bloccata, proprio come accaduto di recente in Georgia.

Via | WashingtonPost

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 182 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO