Fabio Volo contro Mario Adinolfi: “Ti nascondi dietro il nome di una religione perché devi curarti”

Mario Adinolfi sta portando avanti ormai da mesi la sua crociata contro la comunità LGBT e ogni scusa, anche la più banale, è buona per fare propaganda e tirare l’acqua al proprio mulino, ora più che mai visto che ha da poco fondato un movimento politico che punta a difendere la cosiddetta famiglia tradizionale.

E così anche anche un film per famiglie come Kung Fu Panda 3, da qualche giorno nelle sale italiane, è diventato l’occasione per predicare e invitare le famiglie a non portare i figli a vedere il film perchè “fa il lavaggio del cervello gender ai bambini”. Il motivo? Il protagonista, il panda Po, si ritrova a dover fare i conti con due padri: quello naturale, creduto morto in un combattimento anni prima, e quello che l’ha cresciuto per venti anni, l’oca Mr. Ping.

La presenza di un genitore naturale e di un genitore adottivo in un film per tutti ha mandato su tutte le furie l’omofobo Adinolfi, che a tuonato contro la pellicola durante un recente intervento su Radio Maria. Fabio Volo, che nella versione italiana dà la propria voce al panda Po, ha pensato bene di confrontarsi con Adinolfi durante la puntata odierna de Il Volo del Mattino su Radio Deejay. La situazione, però, è sfuggita di mano dopo pochi minuti.

Adinolfi non ha voluto sentire ragioni ed è rimasto saldo sulla propria opinione - errata, fatti alla mano - e Fabio Volo ha perso la testa, come avrebbe fatto chiunque davanti a uno come Adinolfi:

Ma si può nel 2016 parlare con dei trogloditi. Tu l’hai detto per farti pubblicità, neanche hai visto il film. Ti voglio dire una cosa. Il panda perde il padre vero durante una battaglia, un papero lo cresce ma l’altro lo cerca per una vita e poi lo trova. E quello che deve fare, ammazzare il primo padre o il padre biologico? Ma l’hai letto il Vangelo?

Volo le ha provate tutte, ma Adinolfi ha continuato a rigirare la frittata e si è ben guardato dal fare qualsiasi ammissione che avrebbe potuto compromettere la propria posizione di omofobo conclamato in difesa della famiglia tradizionale. Proprio per questo, Fabio Volo non ci è andato affatto leggero:

Adinolfi, tu hai delle patologie che hanno trovato nella religione una casa confortevole ma devi andare a farti o delle terapie o degli psicofarmaci. Tu non sai il danno che vai a fare alle persone. Ti nascondi dietro il nome di una religione perché devi curarti.

L’intervento, che potete ascoltare integralmente a questo indirizzo si è concluso dopo dieci minuti e Adinolfi è corso subito a lamentarsi su Facebook, lanciando accuse senza senso nei confronti di Fabio Volo:

Fabio Volo impapocchia e insulta un po' in radio, gli ripeto che nessuno ha due padri. I padri adottivi sono eroi che...

Posted by Mario Adinolfi on Tuesday, March 15, 2016

"Hai trovato nella religione una casa confortevole per le tue patologie" mi ha detto Fabio Volo in diretta a RadioDJ....

Posted by Mario Adinolfi on Tuesday, March 15, 2016

fabio-volo-mario-adinolfi.jpg

Foto | Facebook

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 329 voti.  

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO