Gucci estende il permesso matrimoniale ai dipendenti gay

La celebre casa di moda Gucci è l’ultima azienda, in ordine di tempo, a superare la legislazione italiana e decidere di introdurre il permesso matrimoniale per tutti quei dipendenti omosessuali che si sposano all’estero, non potendo farlo nel nostro Paese.

La notizia, anticipata dalle Unioni sindacali di base, è stata confermata dalla stessa azienda in una nota che ha dato conto degli incontri che si stanno svolgendo per il rinnovo del contratto integrativo aziendale:

L’azienda ha manifestato l'intenzione di estendere l'istituto delle ferie matrimoniali anche ai dipendenti che vivono rapporti di coppia con persone dello stesso sesso e contraggono matrimonio all'estero.

Francesco Iacovone, sindacalista dell'esecutivo nazionale Usb, ha sottolineato l’importanza di questo passo in avanti che anticipa la legislazione italiana:

L’azienda è favorevole ad estendere i 15 giorni di ferie matrimoniali anche ai dipendenti che vivono rapporti di coppia con persone dello stesso sesso e contraggono matrimonio all'estero. Si tratta di un'apertura importante in un momento nel quale il tema è molto dibattuto nel Paese. Siamo contenti che Gucci abbia deciso di assumere una posizione così virtuosa: finalmente si supera la disparità di trattamento delle coppie, almeno sulle ferie matrimoniali.

L’accordo non è stato formalmente siglato, ma ormai sarebbe soltanto questione di ore.

gucci-store-06.jpg

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail