Paolo Bonolis: “Meglio che i figli vivano con coppie gay che con 7 suore”

In questi giorni molto caldi sul fronte delle Unioni Civili, col DDL Cirinnà che si fa strada in Senato verso la trasformazione in Legge, in tanti si stanno esprimendo a favore dei diritti LGBT e dell’adozione da parte delle coppie omosessuali. Tra questi c’è stato anche Paolo Bonolis, che rispondendo ieri alle domande di Tiziana Panella a Tagadà su La7, ha espresso la propria opinione sull’argomento:

Le legge credo si sia cavalcando in maniera molto partigiana. Ognuno si racconta frammenti della legge per trovare appigli per la propria navigazione politica. Io credo che i diritti civili debbano essere per tutti i medesimi. Non mi sono mai posto il tema dell’omosessualità nella mia vita, anche quando me lo hanno chiesto. Non c’ho mai pensato, non mi sono mai chiesto se fosse giusto o sbagliato come non mi sono chiesto se fosse giusto o sbagliato che ci siano molecole di ossigeno nell’acqua. É una cosa naturale, appartiene all’arcobaleno della vita.

E, ancora:

Quanto ai figli, credo che se possono vivere in una famiglia fatta da padre e madre, o che siano due donne o due uomini cambi poco. Sempre meglio che con 7 suore insomma. Secondo me.

bonolis-la7-adozioni-gay.jpg

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3803 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO