Utero in affitto: Alessandra Mussolini interrompe in continuazione e Paola Concia lascia lo studio

Scontro nel corso della trasmissione Tagadà (La7) sul tema dell'utero in affitto. Alessandra Mussolini (eurodeputata di Forza Italia) prende la parola ed è il solito fiume in piena. Paola Concia (ex parlamentare democratica e attivista per i diritti lgbt), prova a ribattere, ma dopo le continue interruzioni della esponente forzista abbandona stizzita lo studio.

Tra le altre cose, la Mussolini ha detto: "Un bambino ha il diritto di sapere quale è il patrimonio genetico che ha [...] Se a un domani ad un bambino gli si sviluppa una malattia molto spesso si ricorre ai donatori e si prendono dalla famiglia. Se tu sai che hai metà del patrimonio genetico conosciuto [...] ma l'altra metà è sconosciuta (si lede un suo diritto ndr.)".

Ricordiamo che in circostanze straordinarie, nei paesi dove è in vigore una legislazione sulla donazione di gameti, quando c'è pericolo di vita per il bambino, si potrà rivelare l’identità del donatore, in via confidenziale, e senza che ciò modifichi la paternità stabilita previamente.

Qui trovate un approfondimento sulla legislazione spagnola , e qui sulla legislazione danese.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO