Unioni Civili, Vittorio Sgarbi su Facebook: “Una madre non può essere uno con la barba o i baffi”

Tra i tanti che hanno voluto dare la propria opinione sulle Unioni Civili che si apprestano a venir discusse in Senato a partire dal 28 gennaio prossimo c’è anche Vittorio Sgarbi.

Senza venir interpellato da qualcuno, il critico d’arte e personaggio televisivo ha affidato a Facebook il proprio pensiero, scrivendo:

La famiglia è un padre e una madre. E una madre non può essere uno con la barba o i baffi.

Posted by Vittorio Sgarbi on Saturday, January 23, 2016

Davanti a un’affermazione del genere c’è ben poco da dire, i commenti degli utenti parlano da soli. Sgarbi non voleva di certo aprire un dibattito o intavolare una discussione, ma voleva fare ciò che, televisivamente parlando, siamo abituati a aspettarci da un personaggio del genere.

E le reazioni sono più o meno quelle che ci si può aspettare da un’affermazione così sopra le righe. E così, in poche ore, il post è stato invaso da una serie di commenti del genere:

Prima di questa affermazione mi stavi simpatico, che cazzo ve ne frega di quello che vuol fare la gente? Siete una violazione della libertà personale altrui. Vergognatevi.

e

La famiglia è un padre e una madre: Sgarbi hai 3 figli in giro per il mondo e vai ancora a puttane alla tua età. Dal cielo alla terra è un libro stupendo, e come critico sei il migliore insieme ad altri, ma quando inizi a parlare di politica e fatti come questi diciamo che mi deludi un po’..

O, ancora:

Devo ammettere che sei uno dei rari casi in cui la conoscenza dell'arte non ha allargato le tue prospettive mio caro. Continua a collaborare alla progettazione di bellissime piazze e mostre perché per il resto meglio se ci pensa qualcun altro.

vittorio-sgarbi.jpg


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4087 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO