Irlanda del Nord, i gay potrebbero tornare a donare il sangue

simon-hamilton.jpg

A pochi giorni dall’annuncio della sospensione del divieto per i cittadini gay francesi di donare il sangue, anche la cattolica Irlanda del Nord potrebbe seguire la stessa strada. Non ci sono ancora certezze al riguardo, ma sono state le parole del locale ministro della Salute Simon Hamilton a riaccendere le speranze.

Hamilton ha annunciato di aver chiesto all’Advisory Committee on the Safety of Blood, Tissue and Organs di verificare se il livello di rischio è sceso rispetto all’ultima valutazione. E, in caso di effettiva riduzione del rischio, il ministro ha auspicato che il Paese possa finalmente dire addio al divieto a vita di donare il sangue per i cittadini omosessuali.

Inghilterra, Scozia e Galles l’hanno parzialmente rimosso nel 2011, obbligando però i gay ad astenersi dal sesso per 12 mesi prima di poter donare il sangue. Il precedente ministro della salute dell’Irlanda Del Nord, però, proprio in quell’occasione decise di mantenere il divieto citando motivi di sicurezza pubblica. Il suo successore, si spera, sarà di più larghe vedute.

Se le valutazioni chieste dal Ministro daranno un risultato ritenuto positivo, l’Irlanda del Nord potrebbe seguire l’esempio del resto del Regno Unito, imponendo quindi l’astensione dal sesso per 12 mesi per i donatori gay.

Via | BelfastTelegraph

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 19 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO