I film gay del storia del cinema: Copkiller (L'assassino dei poliziotti), 1982

Il film diretto da Roberto Faenza con un bravissimo Harvey Keitel.

In una New York funestata da una catena di omicidi che hanno come vittime i poliziotti della Narcotici, Fred e Bob due agenti della sezione vivono di nascosto una relazione omosessuale. In questo rapporto forse ormai ad un passo dalla rottura si inserisce la figura di Leo, un giovane miliardario dalla personalità disturbata. Rinchiuso da Fred nell’ appartamento che i due segretamente possiedono, Leo diventa motivo di litigio tra i due poliziotti, dando così via al vero e proprio dramma.

Diretto da Roberto Faenza nel 1982, Copkiller (L’assassino dei poliziotti) punta i riflettori su corruzione, violenza e naturalmente il legame psicotico tra il violento Fred, interpretato da un bravissimo Harvey Keitel, ed il masochista Leo, responsabile forse anche della serie di delitti che insanguinano le strade di New York.

copkiller-1.jpg

  • shares
  • Mail