Trento, Fratelli d’Italia: Volantini "anti-gender" con la foto di una vittima di omofobia

manifesto-fdi.jpg

Fratelli d’Italia, scrivono i giornali, ha "commesso una gaffe". Noi preferiamo essere un po' meno sintentici, affermanndo che la paura spesso genera odio, ma anche ignoranza.

Il partito di Giorgia Meloni, a Trento, ha deciso di stampare dei volantini contro i corsi scolastici che vogliono prevenire le discriminazioni verso persone LGBT. I volantini erano corredati da una foto di una ragazzina transgender. Ma forse i militanti del partito, che porta la fiamma nel simbolo, non si sono resi conto che la scelta del soggetto avrebbe finito per screditarli.

L'immagine in questione ritrae Leelah Alcorn, giovane statunitense, che si è tolta la vita, a gennaio, a 17 anni: i suoi genitori non l'hanno mai accettata e le hanno imposto la "terapia riparativa". Nella sua commovente lettera di addio pubblicata su Tumblr, Leelah (che all’anagrafe si chiamava ancora Joshua) aveva scritto: "Le questioni di genere devono essere insegnate a scuola, prima possibile. La mia morte deve significare qualcosa"

La foto usata dal partito di destra-lepinista era stata scattata dalla fotografa inglese di origini italiane, Rose Morelli. La finalità di chi l'ha pubblicata sui manifesti è quella di condannare "le teorie gender", che finirebbero per "annullare il genere maschile e femminile sostenendo che uomini e donne sono uguali in tutto, a prescindere dal sesso biologico".

Morelli non l'ha presa bene e ha fatto sapere che è intenzionata a sporgere denuncia: "Li denuncerò — ha dichiarato la fotografa assistita dall’avvocato di Trento Alexander Schuster— hanno usato il mio lavoro senza autorizzazione e in un modo opposto a quello per cui era stata pensato: serviva a sostenere le persone transgender e tutta la comunità LGBT vittima di discriminazione, non il contrario". Fratelli d’Italia, per parte sua, in un comunicato ha rigettato le accuse, sostenendo che la foto è contrassegnata in rete “per essere utilizzata liberamente". Nessun riferimento, invece, alla scelta, etica ed estetica, dell'immagine.

La foto su, Flickr, è contrassegnata dalla seguente didascalia: “This picture was taken in response to the suicide of Leelah Alcorn, the transgender teen forced through gender conversion therapy (Flickr/Rose Morelli Photography)”, Forse i sostenitori della Meloni hanno scambiato la "gender conversion tharapy" con la fantomatica "teoria gender" che circola su volantini, manifesti, social network (un ammasso di luoghi comuni e slogan razzisti che non hanno nulla a che spartire con gli studi di genere).

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: