L’unica voce, di Tiziano Angri: l’identità di genere nella provincia italiana

Esce per Coconino Press e Fandango la graphic novel L’unica voce scritta da Tiziano Angri, che – tra l’altro – ha vinto un premio Micheluzzi al Napoli Comicon 2013. L’autore narra, con tratto originale e sicuro, deformato e pop, la storia poetica e inquietante di due ragazzi “fuori posto”.

Yuri soffre fin da bambino di un disturbo che lo ha reso insofferente alla voce umana. Attraverso bizzarri rituali cerca il silenzio, la guarigione e la pace.

Irene (vediamo il personaggio nelle ultime tre tavole della gallery) è un ragazzo intrappolato in un corpo che non gli appartiene. Si prostituisce per pagarsi l’operazione che completerà la sua metamorfosi. Si sono già incontrati, Yuri e Irene, in un tempo mai davvero passato. E si incontreranno ancora, in un paesaggio di rovine nel cuore della provincia italiana, per scoprire il legame misterioso che unisce le loro vite.

Una graphic novel affascinante e toccante, sui fantasmi dell'infanzia che continuano a camminarci accanto.

Tiziano Angri
L'unica voce
Fumetti Coconino Press-Fandango
pagine: 128, euro 16

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 33 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO