Il Meeting di Rimini sospende i dibattiti sul gender

Giorgio Maria Carbone, Gender. L'anello mancante? Dopo le parole di padre Giorgio Carbone sui gay sposati che avrebbero molti più problemi di salute rispetto agli etero sposati, il Meeting di CL di Rimini chiude lo stand dei domenicani, in cui erano previsti gli incontri sulla “teoria gender”. La motivazione ufficiale è quella di evitare la sovrapposizione di dibattiti ed eventi nel già ricco programma della manifestazione. Ufficiale, appunto. Perché risulta difficile credere che una macchina organizzativa come quella del Meeting di Rimini non si sia resa conto prima di questa sovrapposizione di dibattiti ed eventi.

Che padre Giorgio Carbone prendesse i dati di ricerche scientifiche un po’ alla leggera lo avevamo notato anche noi. Come ricorderete, padre Carbone sostiene che i gay sposati hanno più problemi di salute degli etero sposati: peccato che lo studio che cita dice esattamente il contrario. Non è un caso che il titolo dello studio sia Gli omosessuali sposati vivono più a lungo. Come nota Giornalettismo:

Quella di Carbone è quindi stata una rappresentazione falsata delle conclusioni fornite dallo studio, il tentativo di dare una parvenza di serietà ai pregiudizi suoi e di quelli come lui, che si oppongono ai matrimoni omosessuali perché difendono un dogma e nulla più. Niente di nuovo, pattuglia «anti-gender» campa di falsità e di malafede e non da oggi si è dimostrata capace di stravolgere in maniera clamorosa la realtà.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: