Ennesimo assassinio di una donna transessuale negli USA

Bandiera trans

Continua la violenza nei confronti delle persone transessuali negli Stati Uniti. Se da un lato abbiamo il presidente Obama che assume una donna transessuale nel suo staff, dall’altro ci si scontra con una sempre crescente transfobia.

Pochi giorni fa a Detroit è stata uccisa Amber Monroe, di appena vent’anni. Di questi giorni è la notizia della morte di Tamara Domínguez, che è stata massacrata in un parcheggio. Dall’inizio di quest’anno negli USA sono sedici le donne transessuali uccise, la maggior parte delle quali afroamericane e ispaniche molto giovani.

Tamara Domínguez aveva trentadue anni ed è stata investita ripetutamente in un parcheggio da un veicolo nero. Non sono noti i motivi dell’uccisione, per cui non si può dire con certezza se si tratti di un delitto a sfondo transfobico o meno, però il clima nei confronti delle persone transessuali è molto infuocato, ragion per cui si è pensato di aprire una petizione ufficiale per chiedere alla Casa Bianca di esaminare ogni singolo caso di violenze nei confronti delle persone transessuali e prendere misure preventive per evitare altre morti violente. Per essere presa in esame dalla Casa Bianca la petizione deve raggiungere centomila firme entro il prossimo 9 settembre

Via | Dos Manzanas

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail