Dolce e Gabbana chiedono scusa per aver attaccato le famiglie gay

Arrivano le scuse di Dolce e Gabbana per aver definito “sintetici” i figli nati con procreazione medicalmente assistita e per aver attaccato le famiglie gay

Dolce e Gabbana hanno chiesto scusa per i loro attacchi contro le adozioni da parte di coppie dello stesso sesso. Come ricorderete i due stilisti a marzo di quest’anno si sono ritrovati al centro di una bufera mondiale per essersi scagliati contro l’adozione da parte di coppie dello stesso sesso e per aver definito “sintetici” i figli nati con la procreazione medicalmente assistita e per aver affermato che la famiglia è solo quella tradizionale. Elton John ha lanciato un boicottaggio mondiale contro Dolce e Gabbana – creo l'hashtag #BoycottDolceGabbana – e sono volate parole grosse da ogni parte.

Ora, dopo cinque mesi dalle dichiarazioni, i due stilisti stanno cercando di ricucire quella questione che, di fatto, ha distrutto la loro reputazione in un attimo. Parlando a Vogue, Dolce ha detto che tanto lui quanto Gabbana sono dispiaciuti per le loro affermazioni. Ha commentato:

Ho fatto un esame di coscienza. Ho parlato a lungo con Stefano di questo argomento e mi sono reso conto che le mie parole erano inadeguate. Mi scuso.

Poi ha continuato:

Sono solo bambini. Non hanno bisogno di alcuna etichetta. Credo che ognuno scelga per se stesso. Io non so tutto di procreazione medicalmente assistita, ma mi piace quando le persone sono felici. La scienza serve per aiutare le persone.

Dal canto suo Gabbana ha raccontato delle sue lotte: “Quando mi chiedevano se volessi essere genitore, ho sempre detto sì: ma in Italia non è possibile”.

Via | Pinknews

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: