Pietro Grasso: “È ora di riconoscere piena cittadinanza ai diritti delle coppie omosessuali”

Pietro Grasso

Poche parole sui diritti umani delle coppie dello stesso, ma chiare e inequivocabili, quelle pronunciate oggi da Pietro Grasso, presidente del Senato, nel corso della tradizionale cerimonia del ventaglio. In tre passaggi Pietro Grasso fa il punto della situazione. Prima di tutto, sottolinea il ritardo in cui versa l'Italia nel campo dei diritti delle coppie dello stesso sesso:

In merito alle unioni civili non posso non sottolineare con forza il ritardo accumulato negli anni: la prima sentenza della Corte Costituzionale risale al 2010, e già rilevava la necessità che il Parlamento intervenisse sul tema con urgenza.

Poi afferma una realtà che noi ripetiamo da tempo: allargare i diritti non vuol dire toglierli ad altri!

Credo fermamente che ormai sia giunto il tempo per riconoscere piena cittadinanza ai diritti delle coppie omosessuali, prendendo atto e regolando la realtà sociale del nostro Paese. Allargare il campo dei diritti non tocca in alcun modo chi di quei diritti può già godere, ma cambia la vita a chi li vede riconosciuti.

Infine, afferma che è l'amore a fare una coppia e questo merita rispetto e tutele legali:

Qualsiasi unione tenuta insieme dall'affetto, dalla solidarietà e dalla condivisione di un progetto comune, merita di essere tutelata.

Più chiaro di così!

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail