Avere personale LGBT fa crescere la produttività delle aziende

Biglietto da visita rainbow

Ian Johonson, presidente di Out Now – consorzio internazionale specializzato nel mercato LGBT – sottolinea che il fatto che alcune ditte (sempre più a dire il vero) accettino senza problema il personale gay, fa crescere la produttività perché, assicurando l’uguaglianza per tutti i dipendenti, fa sì che ognuno si senta a proprio agio sul posto di lavoro e non debba utilizzare le proprie energie per nascondersi.

Di fatto, le compagnie che non permettono la presenza di dipendenti LGBT obbligano il proprio personale omosessuale a vivere una doppia vita impegnata a nascondere il proprio orientamento sessuale per timore di azioni discriminatorie o anche per non essere licenziati. Questa situazione non farebbe altro che sfociare nell’insoddisfazione dell’impiegato e, per dirla con Johonson:

Una persona che vive “nell’armadio” sul posto di lavoro, che non sente intorno a sé la fiducia necessaria per fargli fare coming out, semplicemente alla fine lascia la ditta.

Via | CNNExpansión

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 630 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO