Gay Pride 2012 a Barcellona: programma e curiosità

Gay Pride Barcellona 2012

Se quello di Madrid è considerato il più importante Pride d'Europa, quello di Barcellona si fregia del titolo di Gay Pride più importante del Mediterraneo. Senza dubbio si tratta di manifestazioni importanti per la visibilità lgbt e per la lotta dei nostri diritti in Spagna, in Europa e nel mondo.

Le amiche e gli amici di Barcellona si danno appuntamento oggi pomeriggio alle 16 per raggrupparsi e partire poi alle 18 con una grande sfilata che percorrerà le vie principali della città. Come in tutte le altre zone del mondo, la parata finale è il punto di arrivo di un intenso cammino di preparazione che, per Barcellona, è durato una settimana con offerte culturali, sportive, dibattiti ma anche con momenti di relax e feste. Sono orgogliosi dell'evento gli organizzatori del Pride di Barcellona che così scrivono sul sito ufficiale:

Il nostro paese è un esempio per quel che riguarda i diritti delle persone lgbt e si colloca nella mappa delle celebrazioni mondiali dell'orgoglio lgbt, per riaffermare il nostro carattere rispettoso e pluralista e lo mostra apertamente a tutto il mondo.

Qualche polemica all'interno del movimento gay l'ha sollevata, invece, il manifesto del Gay Pride di Barcellona (lo vedete in apertura di post). Più di qualche persona, infatti, si è domandata come mai un evento che voglia essere rispettoso di tutte le realtà lgbt presenti soprattutto maschi mezzi nudi, mentre le donne sono completamente vestite e quasi del tutto invisibili.

Di seguito, l'inno ufficiale del Gay Pride di Barcellona che è cantato da Ramil ed è un inno all'amore, alla comprensione e al rispetto con, sullo sfondo, tutti i colori della bandiera rainbow.

  • shares
  • +1
  • Mail