Il Mozambico depenalizzerà l'omosessualità entro fine mese

Il Mozambico si dota di un nuovo Codice Penale che non prevede più pene per chi pratica “vizi contro natura”

Bandiera del Mozambico

Quando su Queerblog parliamo di Africa spesso è per notizie negative, purtroppo: omofobia di stato sostenuta dai vari governi, stupri collettivi nei confronti delle lesbiche per “convertirle” all’eterosessualità, arresti e anche uccisioni di persone LGBT. Oggi, per fortuna, le notizie sono diverse e molto positive: alla fine di questo mese di giugno entrerà in vigore in Mozambico il nuovo Codice Penale che, finalmente, depenalizzerà l’omosessualità.

La riforma – che entrerà in vigore il prossimo 29 giugno – ha stralciato dal Codice Penale l’articolo che affermava che le persone che abitualmente si dedicano a “vizi contro natura” potevano essere perseguite legalmente. C’è da notare che, nonostante l’esistenza di questo specifico articolo, il governo del Mozambico da molto tempo non lo applicava ritenendo non illegale l’omosessualità nel paese. Però l’articolo c’era nel vecchio codice e qualche giudice particolarmente zelante non avrebbe avuto problemi nel farlo rispettare.

Il Mozambico con questa mossa diventa uno dei Paesi dell’Africa con le più avanzate leggi per i diritti umani delle persone lesbiche, gay, bisessuali e transessuali. In passato il Mozambico si era già dotato di una legge che vietasse la discriminazione sul posto di lavoro per motivi legati all’orientamento sessuale o all’identità di genere.

Speriamo che l’esempio del Mozambico sia presto seguito da altri Paesi del continente africano e siano finalmente maturi i tempi in cui essere omosessuali in Africa sia un reato punito con il carcere e, a volte, con la morte.

Via | Gay Star News

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 738 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO