Oggi è la festa della Repubblica italiana, che spesso dimentica i gay

Oggi è la festa della Repubblica italiana anche per le persone LGBT? Difficile da credere visto come siamo considerati “cittadini di seconda classe”

Si celebra oggi la festa della Repubblica Italiana (ce lo ricorda anche Google con un doodle che sa un po' di estetica di regime, però...): il 2 e il 3 giugno del 1946, infatti, si tenne il referendum con il quale gli italiani vennero chiamati a scegliere tra repubblica e monarchia.

È la festa della Repubblica anche per noi lesbiche, gay, bisex, transessuali, queer, questioning, intersex? È lecito chiederselo, considerato che spesso siamo messi da parte in quest'Italia che, per quel che ci riguarda, è sovente Italietta, con i politici che denigrano il nostro desiderio di famiglia, proni al volere di un altro Stato, quello Vaticano, che, retto da celibi, pretende di dire chi e come bisogna amare

“Il 2 giugno festeggiatela voi la vostra Repubblica degli eterosessualiscrivono Ale ed Edu su L’Huffington Post – Io come tutti gli omosessuali italiani, ho mantenuto per troppo tempo le vostre famiglie. È giunto il momento che io pensi alla mia famiglia e sarà un sollievo pagare le tasse in uno Stato amico”.

Bandiera italiana

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 327 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO