Le persone LGBT e il mondo del lavoro nell'Italia del 2015

Quale è la situazione dei lavoratori LGBT in Italia nel 2015? L'Associazione Nazionale contro le Discriminazioni Da Orientamento Sessuale, in collaborazione con il circolo Eagle Nest – RED di Bologna, lancia un sondaggio online per raccogliere dati in questo campo

Le persone LGBT e il mondo del lavoro nell'Italia del 2015

In vista del convegno La condizione dei lavoratori LGBT nell’era del jobs act: tutele legali e buone prassi, che si terrà a Bologna il 26 giugno 2015, l’ANDDOS (Associazione Nazionale contro le Discriminazioni Da Orientamento Sessuale), in collaborazione con il circolo Eagle Nest-RED di Bologna, ha lanciato un sondaggio su persone LGBT e mondo del lavoro nell’Italia del 2015, con la supervisione scientifica del sociologo Raffaele Lelleri.

Il sondaggio online – anonimo e riservato a persone maggiorenni – ed è rivolto principalmente alle persone LGBT (lesbiche, gay, bisessuali, trans) che lavorano o hanno lavorato in Italia. Si tratta di rispondere a quindici domande (entro il 13 giugno 2015) per poter offrire un quadro quanto più completo possibile della situazione lavorativa italiana per le persone LGBT. Quattro sono le questioni cardine del sondaggio:


  • Quanto siamo visibili sul posto di lavoro?

  • Siamo mai stati discriminati in quanto lavoratori e lavoratrici LGBT?

  • Essere LGBT è un vantaggio o uno svantaggio nel mercato del lavoro oggi in Italia?

  • La situazione è cambiata negli ultimi cinque anni?

I risultati verranno presentati in forma aggregata, nel rispetto della normativa sulla privacy (decreto legislativo 196/2003), in occasione del convegno La condizione dei lavoratori LGBT nell'era del jobs act: tutele legali e buone prassi, che si terrà a Bologna venerdì 26 giugno 2015 e poi pubblicati sui siti dell’ANDDOS e del dottor Lelleri.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 37 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO