I diritti LGBT in Europa: l'Italia è al 34 posto (su 49)

L'ILGA Europa ha compilato l'indice annuale che fotografa la situazione dei diritti LGBT nel continente Europeo

Europa rainbow

Anche quest’anno ILGA Europa (European Region of the International Lesbian, Gay, Bisexual, Trans and Intersex Association) ha compilato la propria relazione annuale sulla situazione dei diritti delle persone LGBT nel continente europeo. Come d’abitudine, insieme allo studio è stata resa pubblica la classificazione dei diversi Paesi ordinata secondo il grado di adeguamento delle proprie norme giuridiche al riconoscimento e alla promozione dei diritti LGBT.

La classificazione di ILGA Europa si basa su un calcolo percentuale per la composizione del quale entrano in gioco tutte le misure implementate in materia di uguaglianza e antidiscriminazione da ogni singolo stato, come anche il diritto di famiglia, le leggi relative ai crimini di odio, il riconoscimento legale dell’identità di genere, la libertà di associazione e di asilo. I vari ambiti di applicazioni delle leggi variano a seconda della zona di applicazione.

La top ten dei paesi più gayfriendly dell’Europa è la seguente:


  1. Regno Unito

  2. Belgio

  3. Malta

  4. Svezia

  5. Croazia

  6. Olanda

  7. Norvegia

  8. Spagna

  9. Danimarca

  10. Portogallo

E l’Italia? Siamo 34esimi (su 49): prima di noi c’è la Polonia e dopo la Lituania. Gli ultimi tre paesi di questo indice sono l’Armenia, la Russia e l’Azerbaijan.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 81 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO