Etero e gay beccati a fare sesso in macchina: spot rifiutato dalle tv italiane

Beccati è la campagna di Idealista.it, portale immobiliare, che si rivolge ai giovani che cercano casa. Nel video ci vengono mostrate diverse persone beccate mentre fanno sesso in macchina. Uno spasso per esibizionisti e voyeur, senza dubbio! Ma l'idea è quella di esortare i giovani a fare l'amore in casa e non in macchina. O, guardando la situazione da un altro punto di vista, chi di noi non ha pensato in una situazione simile in macchina qualcosa tipo: “Mannaggia! Se avessi casa tutta per me!”.

La cosa buona di questo spot – e anche il motivo per cui ne parliamo qui su Queerblog – è che il video non ha dimenticato le coppie omosessuali. Così tra coppie lui+lei, triangoli e posizioni complicate, si vedono anche coppie lui+lui o lei+lei.

Una fotografia abbastanza reale della situazione (non solo italiana). Tutto rose e fiori, dunque? Macché! In Italia lo spot è stato rifiutato dalle emittenti televisive, dalla RAI a MTV, perché ritenuto “potenzialmente offensivo nei confronti dei telespettatori". Alla RAI e a Mediaset, in verità, era stato proposta una versione sfocata con un testo che invitava chi volesse a guardare la versione completa sul sito Idealista.it. Ma anche questo spot non è stato accettato (per inciso, tale spot in Spagna va in onda senza problemi: in prime time la versione “velata”, mentre in seconda serata la versione completa).

Sinceramente, lo spot può piacere o meno, ma arrivare a dire che è “potenzialmente offensivo nei confronti dei telespettatori” mi sembra una situazione censoria/ridicola tipica del bigottismo italiano. A ogni ora del giorno e della notte, su ogni canale televisivo si vedono immagini di donnine più nude che vestite, ma questo non crea problemi ai telespettatori italiani che, si sa, sono tutti maschiacci. Parlare invece di giovani che fanno sesso in macchina, invece, è scandaloso! Ahi, povera Italia!

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: