Le nozze gay degli X-Men scandalizzano i cattolici

Nemmeno i fumetti hanno vita facile nella case dei ferventi cattolici di tutto il mondo. A proposito del matrimonio tra Northstar e Kyle sul numero 51 di Astonishing X-Men ecco cosa scrive la testata online Religión en Libertad:

La copertina del numero 51 del comic Astonishing X-Men è pura propagnada dell'omosessualismo politico: il supereroe mutante del Quebec Northstar celebra un “matrimonio gay” non in Canada, dove è possibile per i gay sposarsi fin dal 2005, ma a New York, in cui tale legislazione è recente. Al pari di altre nozze di supereroi, sono circondati da quaranta compagni, quasi tutti X-Men o del supergruppo canadese Alpha Flight. Tutti contenti. [...] La copertina è eloquente ed esprime chiaramente il proprio messaggio: i supererori preseniano alle nozze, le accettano e partecipano a questo atto pubblico e sociale, tra sorrisi e approvazione.

L'autore del pezzo cita poi tale Don Feder secondo il quale la Marvel avrebbe dovuto rappresentare veramente la cultura statunitense mostrando anche gli oppositori alle nozze gay, dando visibilità ai cinquanta milioni di americani che in trentadue stati hanno votato contro i matrimoni gay. Secondo loro, insomma, questo fumetto è una subdola operazione di una lobby che vuole cambiare la società. Questa sì che sarebbe una bella trama per un fumetto.

Che poi si scandalizzano perché due supereroi si sposano e per loro è del tutto normale che esistano delle persone con superpoteri come sono, per esempio, gli X-Men (che, tra l'altro, sono una rappresentazione iconica dell'evoluzione della specie tanto invisa ai fedeli cattolici...!)

  • shares
  • Mail