Roberto Formigoni e le coppie gay

Ergendosi a giudice della politica italiana, Roberto Formigoni, presidente della Regione Lombardia, ex DC, quindi PPI, poi ex CDU dunque militante in Forza Italia, partito che poi è confluito nel Popolo della Libertà, nonché ciellino di ferro, chiede ai cattolici del PD un atto di coerenza. Scrive, infatti, su Twitter:

Dedicato ai cattolici del ‪#Pd‬. ‪#Bersani‬ dice sì alle coppie ‪#gay‬, io vi propongo una riflessione: non è ora di pensare a un altro partito?

In un momento in cui il Paese chiede alla politica un colpo di reni e venti secondi di coraggio, ci rendiamo sempre più conto che per alcuni politici il ben-essere dei cittadini non conta nulla. Termino citando la conclusione della Lettera aperta ai cattolici italiani sul caso Ruby e molto altro che Roberto Formigoni, insieme ad altri politici (Raffaele Calabrò, Maurizio Gasparri, Maurizio Lupi, Alfredo Mantovano, Mario Mauro, Gaetano Quagliariello, Eugenia Roccella, Maurizio Sacconi), indirizzò ai cattolici italiani chiedendo loro di sospendere ogni giudizio morale nei confronti di Silvio Berlusconi:

Aspettiamo che la polvere e il fango si depositino, diamo tempo alla verità e alla giustizia.

Foto | TMNews

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: