Ferzan Ozpetek: sì alla possibilità di nozze gay, ma io sono contrario

Non è la prima volta che Ferzan Ozpetek dice di essere contrario alle nozze tra persone dello stesso sesso anche se è d'accordo con una legge che, in un modo o nell'altro, tuteli le coppie gay. Ora, intervistato da La Stampa in occasione del debutto newyorkese del suo film Magnifica presenza, il regista torna sull'argomento della tutela alle coppie dello stesso sesso e dell'istituto matrimoniale.

Cosa pensa delle nozze gay?
Credo che la legge per consentirle dovrebbe esistere ma personalmente sono contrario a ricorrere all’istituto del matrimonio.

Poco prima, nell'intervista concessa a Maurizio Molinari, Ferzan Ozpetek si era soffermato sul concetto di “famiglia allargata” e sull'apertura di Obama ai diritti dei gay.

Per il regista la famiglia “allargata” è quella

basata non solo sul concetto di parentela bensì sull’amore verso persone anche estranee ma che sentiamo più vicine. [È radicata in Italia] più di quanto si creda. Lo dimostra la popolarità della proposta di una legge che riconosce la convivenza, senza specificare il sesso degli interessati. Va in questa direzione perché si tratta di unioni senza contratti legali. Quando feci Le fate ignoranti, nel 2001, nessuno parlava di questi temi ma oggi i sondaggi dicono che l’80% degli italiani è favorevole a un tale approccio alla convivenza.

A proposito dell'America, Ozpetek dichiara di essere stato colpito dalla posizione di Barak Obama.

Obama sostiene che i diritti dei gay sono la frontiera più avanzata dei diritti civili, io sono d’accordo e per capire quanta strada ha fatto l’America mi viene da ricordare quando, sette o otto anni fa, andai a chiedere in un negozio il film Bagno turco e mi dissero che sulla scaffale non c’era perché era in vendita con gli altri film per gay.

Passi in avanti, dunque, per i diritti dei gay. Per il matrimonio tra persone dello stesso sesso, invece...

Foto | TMNews

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: