Obama dice basta alle teorie riparative per la “cura” dell'omosessualità

La Casa Bianca farà tutti gli sforzi necessari per evitare l'uso delle “terapie riparative dell'omosessualità” per i minori

Barack Obama, presidente degli USA, ha condannato senza mezzi termini le cosiddette “teorie riparative”, vale a dire quelle “cure” psichiatriche, ma anche coercitive, che vorrebbero correggere l’omosessualità o, meglio, l’orientamento sessuale di persone gay, lesbiche e bisessuali e l’identità di genere delle persone transessuali. Come se tutto fosse una malattia, cosa che invece non è.

L’importante pronunciamento di Obama è avvenuto a seguito di una petizione online per vietare tali “terapie di conversione sessuale”, petizione che in appena tre mesi ha raccolto oltre centoventimila firme. La petizione è scaturita a seguito della morte di Leelah Alcor, la giovane transgender che si è tolta la vita perché i suoi genitori – cristiani conservatori – si erano rifiutati di riconoscere la sua identità di genere.

A prendere la parola dalla Casa Bianca è stata Valeri Jarrett che ha detto:

Condividiamo i vostri timori riguardo gli effetti potenzialmente devastanti di queste terapie sulle vite dei transgender nonché su quelle dei gay e delle lesbiche. Visto l’impegno dell'amministrazione Obama nella protezione dei giovani statunitensi, è nostra intenzione sostenere gli sforzi necessari per evitare l’uso delle terapie di conversione dei minori.

La Casa Bianca ha comunque fatto presente che le teorie riparative non verranno messe al bando con una legge federale, ma vanno modificate le singole leggi degli stati. Ricordiamo che alcuni stati dell’Unione – tra cui California e New Jersey – hanno già sospeso per legge tali “cure”; altri stati invece, come l’Oklahoma, stanno invece lavorando in direzione contraria: cioè si stanno dotando di leggi per tutelare queste “teorie riparative”.

Barack Obama

Via | The Post Internazionale

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 57 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO