"Matrimoni gay crisi morale", le parole del candidato alla presidenza USA Rand Paul

Forse sarebbe dovuto stare in silenzio il candidato alla presidenza USA Rand Paul

Rand Paul

Il candidato alla presidenza USA Rand Paul ha parlato dei matrimoni gay e li ha definiti una "crisi morale": dichiarazioni senz'altro anacronistiche in un mondo, come quello americano, dove gran parte degli Stati hanno approvato matrimoni gay e unioni civili (proprio come in Italia, insomma, dove, a 2015 inoltrato, non abbiamo ancora una regolamentazione decente...).

L'intervista è stata rilasciata a un gruppo di pastori durante una colazione privata a Washington DC:

"Non guardate a Washington per risolvere ogni cosa", queste le sue parole.

"La crisi morale che abbiamo nel nostro Paese, in effetti, [...] permette alle persone di pensare che potrebbe esserci una qualche sorta di altro matrimonio".

E se pensate che sia finita qui, ovviamente vi sbagliate (sigh!): Rand Paul ha pure dichiarato che il Paese necessita di una rinascita cristiana.

"Abbiamo bisogno di un altro Grande Risveglio che tenti la rinascita di migliaia di persone. Riformare o vedere cosa succederà se non riformeremo".

Per fortuna, anche fuori dall'Italia esistono persone di questo tipo, che non hanno la benché minima concezione di cosa significhi stato laico, separazione tra religione e politica, e tutto il resto di cui siamo già a conoscenza. La speranza è che Randi Paul faccia la fine che meriti, e cioè che non vinca le elezioni e resti relegato in qualche angolino dell'opposizione.

Via | Gay Star News

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO