Atac, congedo matrimoniale a una coppia gay

E' uno dei primi casi in Italia: 15 giorni di congedo matrimoniale a una coppia gay romana.

Mentre si continua a discutere sulle unioni civili e anche sulla semplice trascrizione ufficiose di matrimoni gay celebrati all'Estero e non particolarmente gradite ad alcuni Prefetti, da Roma arriva una notizia che appare tra i primi casi italiani. Ed è un passo avanti interessante di apertura mentale sempre più necessaria in un Paese tra gli ultimi a rendersi conto di una realtà sempre maggiore.

L'Atac, l'azienda capitolina dei trasporti, ha dato i 15 giorni di congedo matrimoniale ad un suo dipendente, Fabio Motti, che ha dato inizio alle pratiche necessarie per iscriversi, insieme al suo compagno, al registro del Comune. I più attenti sicuramente ricorderanno un altro caso simile avvenuto qualche mese fa a Palermo quando l'azienda pubblica di trasporto aveva concesso la licenza a un lavoratore gay iscritto nei registri dell'anagrafe comunale.

Vent'anni di Roma Pride, a viso aperto: campagna social e video

Una storia e una notizia che finalmente dimostra come, in ogni Regione del nostro Paese, sia sempre più forte la richiesta di sentirsi regolarizzati e desiderosi di avere i pari diritti di qualsiasi altro cittadino eterosessuale del territorio. Il tema appare sempre più urgente e necessita di un'attenzione e di una ufficialità sempre maggiore.

Motti, il dipendente Atac, con il suo compagno Leonardo Pace "celebrerà" l'unione il prossimo maggio, nel "wedding day" che si terrà al Campidoglio,

E non possiamo che dire, in anticipo di qualche mese, Auguri alla coppia!

Via | Repubblica

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 173 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO