Michael Sam: "Non sono l'unico gay nella National Football League"

Il campione assicura: ci sono altri gay nella NFL ma lui non dirà mai il loro nome.

Qualche tempo fa, Michael Sam ha deciso di fare coming out rivelando di essere omosessuale, ammettendo di aver gestito il tutto in maniera differente da come forse avrebbe voluto ma di non avere, allo stesso tempo, alcun rimpianto:

"Se lo avessi gestito a modo mio, non avrei mai fatto nel modo in cui è accaduto. Avrei fatto la stessa cosa che ho fatto a Mizzou - quello di raccontarlo alla mia squadra e i miei allenatori e lasciare le cose come stavano. Ma i reclutatori lo sapevano, ne erano a conoscenza anche i giornalisti. Ne parlavano tra di loro, e quindi l'ho fatto uscire. Se non avessi passato l'anno che ho vissuto, a nessuno sarebbe importato. Ma non ho rimpianti. Alcune persone possono pensare che potessi avere la possibilità di andare più in alto. Ma credo che tutto accada per una ragione"

Il coming out di Michael Sam, campione di football americano

In una successiva intervista ad Oprah Winfrey, lo sportivo ha anche assicurato che ci sono molti altri colleghi omosessuali nel mondo del footaball:

"Ci sono un sacco di persone come noi, là fuori. Io non sono il solo. Sono solo l'unico che ha fatto coming out"

Sam, recentemente, è tornato sull'argomento e ha anche specificato che molti colleghi si sono rivolti a lui e hanno confidato la loro personale natura:

"I giocatori che sono venuti da me e mi hanno raccontato il loro orientamento sessuale, significa davvero molto. Ma non potrò mai dire nulla su chi sono né le squadre in cui giocano. Sto solo dicendo che ci sono alcuni personaggi famosi, e io non sono l'unico"

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 16 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO