Marina di Carrara, botte tra mamme: "Tuo figlio è gay, gioca con le bambine"

E' bastata questa frase per provocare un putiferio. Ecco ciò che sarebbe accaduto alcuni mesi fa a Marina di Carrara.

Quando si parla di una società che dovrebbe cambiare per dare il buon esempio e permettere un futuro migliore, si rischia sempre di essere banali. Poi escono alla luce storie come queste e appare sempre più evidente come sia necessario e mai troppo scontato come discorso. Sì, perché nel 2015, certi brutti esempi arrivano anche, purtroppo, da adulti, da persone che dovrebbero essere più lontani possibili dalle discriminazioni. Sopratutto se genitori. Di quella famiglia tradizionale spesso così tanto millantata e presa da modello.

Il Tirreno racconta di una rissa tra madri, a Marina di Carrara, nata dalla frase di una delle due rivolta all'altra:

Tuo figlio è gay, gioca con le bambine

Madre si lamenta del prof del figlio, dicendo che è gay. Multata

Un commento che, letto così, suona come una provocazione con lo scopo di ferire. Non ci sarebbe nulla di male, la risposta migliore sarebbe stata un "E quindi?". Ma, secondo quanto riportato dal quotidiano, sarebbe bastata questa frase per scatenare un litigio tra le due mamme che si sono querelate a vicenda per lesioni e ingiurie.

Secondo quanto riportato, infatti, le due madri non si sarebbero limitate a insulti ma sarebbero passate anche alle mani: si sono prese per i capelli e sono poi ricorse anche alle cure del pronto soccorso perché una delle due sarebbe svenuta. La vicenda è finita con due querele davanti a un giudice.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 43 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO