California: depositata proposta di legge per uccidere i gay

Secondo uno zelante avvocato della California si devono uccidere i gay “con un colpo alla testa o con qualunque altro metodo ritenuto conveniente”

Un avvocato della California ha depositato ufficialmente una proposta di referendum per l’abolizione dell’omosessualità nello stato: Matthew McLaughlin, questo il nome dell’avvocato, desidera, infatti, che nella California non ci siano più omosessuali e quelli che ora ci vivono debbano essere messi a morte. Per presentare la domanda l’avvocato ha dovuto pagare una tassa di 200 dollari (poco meno di 180 euro) e ha dovuto dare un nome alla sua proposta: dagli atti risulta che la norma va sotto il nome di Legge di soppressione della sodomia.

Al momento McLaughlin non ha rilasciato commenti, anche perché è impegnato nella raccolta di firme – ne servono 360mila – per sottoporre la legge a referendum. Nel testo della proposta si legge, tra l’altro:

L’abominevole crimine contro natura conosciuto come sodomia è un male mostruoso che Dio onnipotente, datore di libertà, ci ordina di reprimere sotto pena della nostra distruzione totale, così come ha distrutto Sodoma e Gomorra.

E poi, nel caso in cui non fossero chiare le sue intenzioni, ha continuato:

Considerato che è meglio che i malviventi muoiano prima che tutti noi siamo puniti dalla giusta ira di Dio […] il popolo della California chiede, saggiamente e temendo Dio, che qualunque persone che volontariamente tocchi un’altra persona dello stesso sesso per ottenere soddisfazione sessuale debba morire con un colpo alla testa o con qualunque altro metodo sia ritenuto conveniente.

E meno male che nella legge si riferisce a Dio, “datore di libertà”!

Facepalm

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1001 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

0 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO