Brasile: passi in avanti per i diritti delle persone gay e transessuali

Brasile: passi in avanti verso i diritti delle persone gay e transessuali

Nei giorni scorsi la commissione per i diritti umani del Senato del Brasile ha dato la sua approvazione per modificare la legge vigente e aprire, così, la porta alle unioni civili tra due persone, senza specificare che debbano essere di genere diverso. Inoltre il Senato ha iniziato il processo di riforma del codice penale che prevede il reato di discriminazione fondata su motivi di orientamento sessuale o identità di genere. Quest'ultima legge sarà messa ai voti entro il 25 giugno prossimo.

L'approvazione delle unioni civili egualitarie deve ancora passare allo studio di altre commissioni del Senato prima che possa essere sottoposta a votazione ed entrare in vigore, come si spera, però si cammina verso la direzione indicata dalla giustizia brasiliana. La Corte Suprema del paese, infatti, lo scorso anno ha stabilito che le coppie dello stesso sesso devono avere gli stessi diritti che la legge riconosce alle convivenze eterosessuale e che includono l'accesso all'adozione, alla genitorialità surrogata, alle leggi fiscali e via dicendo. Nella realtà diversi tribunali brasiliani nel corso degli ultimi anni hanno guardato in avanti e hanno riconosciuto alcuni matrimoni tra persone dello stesso sesso. Pochi mesi fa, inoltre, è stata lanciata un'importante campagna a favore del matrimonio egualitario in Brasile, campagna a cui hanno preso parte importanti personalità del mondo della cultura, come Caetano Veloso o Chico Buarque.

Speriamo che il paese più grande e popolato dell'America del Sud possa fare un salto in avanti nei diritti riconoscendo quelli delle coppie dello stesso sesso e chissà che non venga presto il giorno in cui anche in Brasile i matrimoni egualitari siano realtà.

Via | Dos Manzanas
Foto | Flickr - Salvador Gay Pride 2011

  • shares
  • Mail