Il cardinal Bagnasco tuona contro la teoria del gender

Confortato dalle parole di papa Francesco, il cardinal Angelo Bagnasco si è scagliato contro la teoria del gender

La teoria del gender è stata uno degli argomenti della prolusione del cardinal Angelo Bagnasco nell’aprire i lavori del Consiglio permanente della Conferenza Episcopale Italiana. Tali incontri sono messi in agenda da tempo ma sembra proprio che i vescovi italiani abbiano esultato dinanzi alle parole che papa Francesco ha pronunciato a Manila qualche giorno fa sulla “colonizzazione” della famiglia e sono ripartiti alla grande con i temi classici dei loro discorsi, temi che non affrontavano da tempo. Il punto 7 della prolusione di Bagnasco ha per titolo La colonizzazione ideologica e cita proprio il discorso di papa Francesco alle famiglie di Manila. Bagnasco si fa interprete delle parole di Bergoglio e afferma:

Il Papa fa anche un esempio concreto, di grande interesse pure per noi oggi. Racconta che nel 1995, nella sua Diocesi, è stato concesso un prestito per costruire delle scuole per i poveri, ma a una condizione: “che nelle scuole ci fosse un libro per i bambini di un certo grado di scuola. Era un libro di scuola, preparato bene didatticamente, dove si insegnava la teoria del gender. (…) Questa è la colonizzazione ideologica – spiega il Santo Padre –: entrano in un popolo con un’idea che non ha niente a che fare col popolo; con gruppi del popolo sì, ma non col popolo, e colonizzano il popolo con un’idea che cambia o vuole cambiare una mentalità o una struttura. (…) Prendono il bisogno di un popolo o l’opportunità di entrare e rafforzarsi per mezzo dei bambini” (id). Non è quanto, in un certo modo, sta accadendo anche da noi?

Entra poi nel merito – direttamente come non aveva fatto mai – dei celebri libretti distribuiti nelle scuole italiane. Afferma Sua Eminenza:

I libri dell’Istituto A.T. Beck, dal titolo accattivante “Educare alla diversità a scuola” e ispirati alla teoria del gender, sono veramente scomparsi dalle scuole italiane? Educare al rispetto di tutti è doveroso, e la scuola lo ha sempre fatto grazie al buon senso e alla retta coscienza dei docenti, ma qui siamo di fronte a un’altra cosa: si vuole colonizzare le menti dei bambini e dei ragazzi con una visione antropologica distorta e senza aver prima chiesto e ottenuto l’esplicita autorizzazione dei genitori.

Per il cardinal Bagnasco quella del “gender” è una dittatura

E poi continua:

Non è inutile ricordare che – anche se la maggior parte dei genitori fosse d’accordo – chi non lo è ha il diritto di astenere i propri figli da quelle “lezioni” senza incorrere in nessuna forma, né esplicita né subdola, di ritorsione, come sta invece accadendo in qualche Stato vicino a noi. L’educazione della gioventù è talmente delicata e preziosa che non ammette ricatti o baratti di nessun tipo e in nessuna sede.

Se un genitore non vuole che si parli di questi temi a scuola è liberissimo di non farvi assistere il proprio figlio, invece di bloccare altri genitori che vogliono che tali argomenti si affrontino. È il solito discorso che porta avanti la chiesa cattolica: “La libertà deve esserci per tutti, ma soprattutto per me”. Nessuno, dice Bagnasco, deve approntare ritorsioni contro di noi: però loro possono farle nei confronti di molte persone che vogliono vivere in uno Stato laico, realtà quest’ultima che non esiste perché, spesso, la chiesa cattolica italiana fa “ritorsione subdola” nei confronti di chi proclama la laicità.

Poi Bagnasco termina questo punto con un proclama

Noi Vescovi su questo saremo sempre in prima linea a qualunque costo, così come sul fronte della giustizia, dei poveri e dello stato sociale, che portiamo avanti grazie anche all’otto per mille. Così come sul fronte della famiglia e della vita umana, che il Papa ha riaffermato nel grandioso incontro delle famiglie a Manila: “Siate santuari della vita, proclamando la sacralità di ogni vita umana dal concepimento fino alla morte naturale” (Manila, 16.1.2015).

Già, come se noi persone LGBT fossimo portatrici di morte.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 94 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO